libretto

Altre Prestazioni

 
 

ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE

 
 

PER GLI ISCRITTI ALLA GESTIONE SEPARATA
DEI LAVORATORI AUTONOMI

 
 


Aggiornamento al
12.01.2001
 

 

Vai immediatamente a...

Vai a...

Informazioni Generali

Pensioni

Pensioni Internazionali

Notizie Utili ai Pensionati

Fondi Speciali

Contributi Individuali

Contributi Aziendali

Menu

  CONDIZIONI REDDITUALI

  A QUALI NUCLEI

  LA DOMANDA

  FINANZIARIA 2001


La disciplina dell'assegno per il nucleo familiare č stata estesa agli iscritti alla gestione separata dei lavoratori autonomi (collaboratori coordinati e continuativi, venditori porta a porta, liberi professionisti) che a partire da gennaio 2000 sono soggetti al contributo del 13%. In questa aliquota č compresa la quota 0,50 % per finanziare il fondo maternitā, gli assegni familiari e l'indennitā di malattia in caso di degenza ospedaliera.
 

CONDIZIONI REDDITUALI

Vai a inizio pagina

  
L'assegno spetta nei casi in cui:

sim01.gif (1164 bytes) a il reddito familiare percepito nell'anno solare precedente il 1° luglio di ciascun anno, suddiviso per il numero dei componenti il nucleo, non č superiore a otto milioni di lire a persona. Il limite sale a dieci milioni in caso di nuclei con un solo genitore o con un soggetto inabile;
 
sim01.gif (1164 bytes) b la somma dei redditi derivanti da attivitā di collaborazione coordinata e continuativa, da vendita porta a porta e da libera professione, č pari o superiore al 70 % del reddito complessivo familiare percepito nell'anno solare precedente il 1° luglio.

 

A QUALI NUCLEI

Vai a inizio pagina

  
L' assegno spetta, una volta soddisfatte le condizioni reddituali, ai seguenti nuclei:
  

  nuclei con entrambi i genitori e almeno due figli minori;  
  nuclei con entrambi i genitori e almeno un figlio minore in cui sia presente un soggetto inabile (coniuge, figlio minorenne o maggiorenne, fratello, sorella, nipote);
  nuclei con un solo genitore ed almeno un figlio minore, con o senza inabili;
  nuclei con entrambi i coniugi, senza figli minori, in cui sia presente almeno un soggetto inabile (coniuge, figlio maggiorenne, fratello, sorella, nipote);
  nuclei monoparentali, senza figli minori, in cui sia presente almeno un soggetto inabile (figlio maggiorenne, fratello, sorella, nipote).
 

Vai a...

Informazioni Generali

Pensioni

Pensioni Internazionali

Notizie Utili ai Pensionati

Fondi Speciali

Contributi Individuali

Contributi Aziendali

Menu

ATTENZIONE

 

  
Per la parte non esplicitamente disciplinata in modo autonomo si applica la normativa generale riferita ai lavoratori dipendenti.
(vedi "L'ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE").
  

LA DOMANDA

Vai a inizio pagina

  
La domanda per ottenere il pagamento dell'assegno deve essere fatta, compilando l'apposito modulo ANF/Gest.Sep., presso la Sede dell'INPS nella cui circoscrizione territoriale risiede il lavoratore.
La domanda deve essere presentata a decorrere dal 1° febbraio dell'anno successivo a quello in cui sono stati corrisposti gli emolumenti e per i periodi non anteriori al 1° gennaio 1998 nei limiti, comunque, della prescrizione quinquennale.
  

La legge finanziaria ha esteso la disciplina dell'assegno per il nucleo familiare a favore dei lavoratori parasubordinati nelle forme e modalitā previste per i lavoratori dipendenti. In attesa di chiarimenti da parte dei Ministeri competenti, si rimandano i dettagli delle novitā alla prossima edizione della pubblicazione.